People From MercatoMonti

Deja Vù

di Marta Zoe Poretti 

Charme intramontabile e fuori del tempo: è questo il segreto dei gioielli vintage proposti da Valentina Onnis con Deja Vù.Facciamo con lei un passo indietro, per riscoprire i segreti di una femminilità lontana ma non perduta: degli orecchini Givenchy e Chanel al segno inconfondibile di marchi come Trifari, Coro e Monet.

Chi sei, e come nasce l’idea di Deja Vu?
Sono Valentina e Déjà Vu è il mio alter ego. Ricerco, restauro e vendo bigiotteria e accessori d'epoca e vintage.
Prima ho studiato architettura e ho lavorato in vari studi, ma fuggivo dal lavoro al computer per rifugiarmi nel negozio di mia madre, vicino via Giulia. Alla fine mi trovavo sempre a perdermi tra quei materiali, colori e profumi. Nasce così una passione profonda per la gioielleria vintage, che da 20 anni è diventata il mio lavoro. 
In cosa consiste il tuo lavoro di ricerca?
Cerco pezzi unici che racchiudano il fascino intramontabile del retrò. Si tratta essenzialmente di una ricerca della femminilità perduta nelle manifatture dimenticate.
Importo dall'America, Inghilterra e Francia. Poi restauro i segni del tempo e certifico l'autenticità di ogni pezzo. Da me troverete dalla piccola spilla in celluloide degli anni '40, alla collana di Dior degli anni '70, ma anche tesori dei grandi bigiottieri americani come Trifari e Monet.
Come sei arrivata a Mercato Monti?
Mi sono trovata a Mercato Monti una domenica con delle amiche. Dopo aver fatto uno shopping folle ho subito pensato che volevo diventarne un’espositrice. Così ho preso i contatti, e quattro anni dopo eccomi ancora qui.
Grazie al market, in questi anni, ho scoperto una clientela di donne speciali e di uomini ricercati
E non solo: in alcuni colleghi e clienti ho trovato anche preziosissimi amici.